Il fondatore di Compound vota contro l’uso di Bitcoin confezionato come garanzia, ritiene che il WBTC sia „rischioso“.

Robert Leshner, il fondatore di Compound, ha votato contro l’ultima proposta di aumentare il fattore collaterale WBTC sulla piattaforma dallo 0 al 65%. Leshner ha difeso la sua decisione dicendo che il collateral in WBTC è attualmente troppo rischioso a causa della bassa liquidità e dell’alta possibilità di un difetto tecnico che potrebbe spazzare via tutti gli asset in Compound.

Prendere in prestito contro WBTC su Compound

Cercando di seguire i passi di MakerDAO, che ha appena iniziato a supportare il Immediate Edge wrapped (WBTC), gli utenti di Compound hanno proposto un’altra modifica al protocollo che consentirebbe ai suoi utenti di prendere in prestito contro il WBTC.

La discussione precedente, avvenuta 2 mesi fa, suggeriva di aumentare il fattore collaterale del WBTC dal suo attuale livello zero a un valore compreso tra il 50 e il 75 per cento. Il fondatore di Instadapp ha suggerito che il fattore collaterale ottimale dovrebbe essere del 66 per cento in modo da corrispondere al fattore collaterale su MakerDAO.

Gli utenti che hanno suggerito il cambiamento sostengono che l’aggiunta del WBTC creerà una base più diversificata per gli asset collateralizzati, in quanto l’ETH è attualmente l’asset più significativo utilizzato come collateral su Compound con più di 70 milioni di dollari di ETH forniti finora.

L’aggiunta di WBTC renderebbe anche più facile il trasferimento della posizione debitoria tra Compound e MakerDAO per trovare i migliori tassi di interesse e creare un mercato più efficiente, ha detto nella discussione.

Questa discussione è stata poi seguita da una proposta ufficiale nella Compound Governance di Sam Bankman-Fried, il CEO di FTX e Alameda Research.

WBTC è un business rischioso, dice il fondatore di Compound

La proposta, tuttavia, molto probabilmente non passerà – al momento della stampa, sono stati espressi 428.361 voti a favore, mentre solo 353.195 voti contrari. Mentre 75 indirizzi hanno votato per fissare il fattore collaterale del WBTC al 66%, solo 27 indirizzi hanno votato contro.

Leshner ha detto che votare no alla proposta è stata la decisione più difficile che ha dovuto prendere su Compound, ma ha aggiunto di aver considerato attentamente tutti i rischi che essa presentava. Ha spiegato che l’aggiunta di WBTC come garanzia potrebbe portare a un crollo della „base“ tra BTC e WBTC.

Il rischio maggiore per lui è il potenziale di perturbazione del mercato:

„WBTC non è testato nel processo di liquidazione dei Compound, e la rampa di accensione/spegnimento di BTC è lenta, ed è ostacolata dai commercianti WBTC“.

Con oltre 1,5 miliardi di dollari forniti al protocollo, WBTC non è in grado di fornire la liquidità necessaria per il funzionamento di Compound. Leshner ha anche aggiunto che non ci sono prove che un fattore collaterale del 66% possa dare al mercato il tempo sufficiente per rispondere a una crisi. Mentre BTC ha una maggiore liquidità di mercato rispetto a DAI, USDC e ETH, il Bitcoin wrapped (WBTC) ha un punto di fallimento centralizzato in quanto è un token ERC-20 supportato 1:1 con BTC.

A parte la possibilità che WBTC fallisca come piattaforma, il volume di trading giornaliero di WBTC di circa 500.000 dollari significa che i liquidatori non saranno in grado di trovare opportunità di arbitraggio redditizie se il mercato diventasse più volatile.